Università Pontificia Salesiana - Roma


La regista Susanna Nicchiarelli alla FSC - ©Ermanno GiucaMartedì 28 maggio a conclusione del tirocinio di Teoria e tecnica del linguaggio televisivo I tenuto dal prof. Enrico Cassanelli presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione sociale è intervenuta la regista e attrice Susanna Nicchiarelli che ha risposto alle tante domande poste dagli studenti.

 

Susanna Nicchiarelli, classe 1975, è già regista di due film tra cui "La scoperta dell'alba" uscito nelle sale italiane a Gennaio. Il suo primo film "Cosmonauta" del 2009 si è aggiudicato il premio Controcampo al Festival del Cinema di Venezia.

Per la regista romana il cinema non è solo intrattenimento. «L'intrattenimento puro - ci dice - a me non interessa perché il giorno dopo lo dimentichi. Voglio che il pubblico partecipi, che lo spettatore tornando a casa abbia dei dubbi su ciò che ha visto e che questi gli tornino nei giorni successivi. Per me questo è il segno che è un film importante e che ti ricorderai per tutta la vita».

Susanna si laurea in filosofia a Roma e successivamente consegue un dottorato alla Normale di Pisa. Ben presto, però, si accorge che la sua vera passione è il grande schermo. «Durante il dottorato di ricerca che ho fatto a Pisa non ero convinta di seguire quel percorso, e al tempo stesso continuava questa mia grande passione. Al centro sperimentale di Cinema è cambiato tutto, ho lasciato il percorso universitario e ho iniziato il nuovo, trovando la mia strada. Ma oggi non sento di essere arrivata, di aver fatto tutto quello che voglio!»

La regista Susanna Nicchiarelli alla FSC - ©Ermanno GiucaDurante l'incontro la regista ha più volte sottolineato che il mestiere di regista non è semplice perché porta con sé tante responsabilità e sfide da affrontare. «Le persone più brave a fare questo lavoro sono anche le più insicure. Quelli che si sentono dei grandi geni di solito sono dei mediocri. Ecco perché se hai tante insicurezze e ti poni tanti problemi è perché, forse, hai un po' di talento».

Infine, rivolgendosi ai ragazzi ha dato loro questo consiglio: «Il lavoro del regista non è un lavoro da artisti pazzi ma è un lavoro in cui bisogna essere precisi. In questo lavoro non si è da soli ma si coordina un grande gruppo di persone, ognuna delle quali è importante per un determinato aspetto. Hai tanti talenti nelle tue mani che devi saper coordinare e per coordinare devi essere una persona molto lucida».

 

Fotografie di Ermanno Giuca

  • Ermanno_Giuca-0019
  • Ermanno_Giuca-0032
  • Ermanno_Giuca-0034
  • Ermanno_Giuca-0042
  • Ermanno_Giuca-0052
  • Ermanno_Giuca-0071
  • Ermanno_Giuca-0073
  • Ermanno_Giuca-0092
  • Ermanno_Giuca-0098
  • Ermanno_Giuca-0121
  • Ermanno_Giuca-0134
  • Ermanno_Giuca-0135




(c) 2005-2015 Rome - UPS - All rights reserved | P.Iva 01091541001 | Powered by Joomla!®. Designed by: business hosting dot-COM domains Valid XHTML and CSS.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari ad offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più, consulta la nostra
cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.