Università Pontificia Salesiana - Roma


FSC udienza Papa 04 03 2015Numerosa la rappresentanza della FSC che mercoledì 4 marzo ha fatto parte del folto gruppo di più di 400 persone, tra docenti, studenti, collaboratori, exallievi ed amici dell’UPS, che ha partecipato all’Udienza Generale di Papa Francesco in Piazza San Pietro.

 

 

Rivolgendo il proprio saluto ai pellegrini di lingua italiana, il Santo Padre ha affermato: «Saluto i docenti e gli studenti della Pontificia Università Salesiana che ricordano il bicentenario della nascita di San Giovanni Bosco».

Una delegazione dell’Università, guidata dal Gran Cancelliere e Rettor Maggiore dei Salesiani, d. Ángel Fernádez Artime, ha salutato personalmente il Papa al termine dell’Udienza. Ne hanno fatto parte, tra gli altri, anche il Decano FSC e lo studente Matej Sunara, del II ciclo di Scienze della Comunicazione sociale.

 

La catechesi ha avuto come tema la presenza degli anziani all’interno delle famiglie. Papa Francesco ha concluso la sua catechesi con queste espressioni così significative: «Fragili siamo un po’ tutti, i vecchi. Alcuni, però, sono particolarmente deboli, molti sono soli, e segnati dalla malattia. Alcuni dipendono da cure indispensabili e dall’attenzione degli altri. Faremo per questo un passo indietro?, li abbandoneremo al loro destino? Una società senza prossimità, dove la gratuità e l’affetto senza contropartita – anche fra estranei – vanno scomparendo, è una società perversa. La Chiesa, fedele alla Parola di Dio, non può tollerare queste degenerazioni. Una comunità cristiana in cui prossimità e gratuità non fossero più considerate indispensabili, perderebbe con esse la sua anima. Dove non c’è onore per gli anziani, non c’è futuro per i giovani».

 




(c) 2005-2015 Rome - UPS - All rights reserved | P.Iva 01091541001 | Powered by Joomla!®. Designed by: business hosting dot-COM domains Valid XHTML and CSS.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari ad offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più, consulta la nostra
cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.