Università Pontificia Salesiana - Roma


ministro Mariastella GelminiHo insegnato per anni nelle Facoltà di Scienze della Comunicazione del Pontificio Ateneo Salesiano e della Sapienza di Roma. Non poteva non colpirmi la definizione che, nel corso di una puntata della trasmissione "Ballarò", il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Mariastella Gelmini, ha dato dei corsi di laurea in Scienze della Comunicazione: sono inutili, sono "amenità".

 

La signora Gelmini non ha spiegato le ragioni del suo banale giudizio, che denota fondamentalmente una svalutazione della comunicazione come fenomeno individuale e sociale e ha declassato, di colpo, l'importanza culturale, politica, economica del giornalismo, dello spettacolo, della radio, del cinema, della televisione, di Internet... Ma anche della stessa comunicazione politica che riveste un ruolo determinante nella vita della comunità e che un ministro della Repubblica dovrebbe tenere in gran conto.

Sono state facili le numerose repliche rintracciabili su Internet: la Gelmini detesta queste facoltà perché servono a molti giovani per acquisire strumenti utili per una difesa dal monopolio informativo esistente, da una concentrazione editoriale inconciliabile con l'interesse sociale, dall'ormai generalizzato orientamento al profitto dei media. E anche perché non preparano solo alle professioni della comunicazione, ma promuovono (soprattutto) una cultura della comunicazione in senso pluralistico, partecipativo, solidaristico.

Sul tema specifico dell'inutilità professionale, Giovanna Cosenza, docente al Dipartimento di Discipline della Comunicazione di Bologna, ha esposto i dati che dimostrano l'opposto di quanto ha detto il ministro: «i laureati del settore della comunicazione lavorano in media più degli altri» [http://giovannacosenza.wordpress.com].

Una spiegazione polemica, ma giustificata dalla sciatteria del giudizio espresso e comunque suffragata da dati inoppugnabili, può essere ricercata (anche) nel curriculum studiorum della signora Gelmini. La quale, dopo avere abbandonato la scuola pubblica (sulla quale oggi pontifica), ha conseguito la maturità in un istituto privato, per poi laurearsi all'Università di Brescia con una tesi così definita dallo stesso relatore, Prof. Antonio D'Andrea, in una dichiarazione riportata dal "Corriere della Sera" del 26 novembre 2010: «L'argomento era bello, ma lei lo ha trattato in maniera davvero sciatta» (cioè: negligente, trasandata, trascurata, goffa, rozza, non curata, come spiega il Dizionario Zingarelli 2011). «Per quella tesi – ha dichiarato ancora il Prof. D'Andrea – non ho voluto dare neanche un punto in più alla media dei voti. Non soltanto per come era stata scritta, a tirar via, ma soprattutto per come la Gelmini venne ad esporla in sede di discussione».

Nel raffinato curriculum studiorum della signora Gelmini c'è poi la performance dell'esame di abilitazione alla professione di avvocato: che, anziché a Brescia, nei cui paraggi abitava l'interessata, è stato sostenuto a Reggio Calabria per la semplice ragione che in quest'ultima sede era notoriamente più facile da superare.

Resta il mistero sugli altri meriti che hanno portato la Gelmini sulla poltrona di Viale Trastevere, peraltro vicina al mercato domenicale di Porta Portese dove si vende roba usata: portarvi le facoltà "amene" o i ministri sciatti?

 

 

Adriano Zanacchi

per anni docente della Facoltà di Scienze della Comunicazione sociale dell'Ups, ha lavorato per quasi 40 anni alla Rai, occupandosi in particolare di pubblicità. Ha fatto parte per molti anni del Consiglio direttivo dell'Istituto di Autodisciplina pubblicitaria. Ha fondato e diretto la collana Quaderni di documentazione pubblicitaria edita dalla Sacis ed è autore di numerose opere in materia di comunicazione, tra le quali: La Pubblicità. Potere di mercato. Responsabilità sociali (1999); Convivere con la pubblicità (1999); Pubblicità: effetti collaterali (2004); Relazioni pubbliche (2004); Opinione pubblica, mass media, propaganda (2006); Carosello Story. La via italiana alla pubblicità televisiva in collaborazione con Laura Ballio (nuova edizione con dvd 2009).

 

                

Prossimi Eventi

20 Nov - 20 Nov 2017
Religion Today Film Festival
22 Nov - 22 Nov 2017
La presentazione del nuovo libro di prof. Lewicki e posticipato
29 Nov - 29 Nov 2017
Messa per i defunti della FSC
07 Dic - 07 Dic 2017
Consegna dei progetti di tesi
08 Dic - 08 Dic 2017
Vacat: Festa dell’Immacolata
13 Dic - 13 Dic 2017
Auguri natalizi
15 Dic - 15 Dic 2017
Collegio/Consiglio FSC
19 Dic - 19 Dic 2017
Ultimo giorno di lezioni

Newsletter

Iscriviti e ricevi tutte le novità dalla FSC!
Privacy e Termini di Utilizzo



(c) 2005-2015 Rome - UPS - All rights reserved | P.Iva 01091541001 | Powered by Joomla!®. Designed by: business hosting dot-COM domains Valid XHTML and CSS.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari ad offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più, consulta la nostra
cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.