Università Pontificia Salesiana - Roma


Lever Franco decano FSCDon Franco Lever, decano della Facoltà, ha partecipato all' Assemblea dei delegati  diocesani dei mezzi di comunicazione sociale che si è tenuta a Madrid dal 14 al 16 Febbraio 2011 presso "Casa de la Iglesia". Al seminario dedicato al tema "Comunicazione e cultura nella missione della Chiesa. Nuova evangelizzazione, nuovi linguaggi", don Franco Lever ha tenuto il suo intervento sul tema  Comunicazione e cultura. Evangelizzazione e nuovi linguaggi

L'assemblea era costituita dai Vescovi della Commissione episcopale, il personale del Segretariato, i delegati diocesani di oltre 60 diocesi.

 

Le giornate di studio erano organizzate in quattro nuclei: il primo, quello più generale indicato esplicitamente dal titolo (interventi di Mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della Nuova evangelizzazione  e di don Franco Lever, della FSC – Università Salesiana di Roma); quindi  il ruolo dell'Ufficio della comunicazione nella diocesi (intervento del Marc Carroggio, professore di Comunicazione istituzionale all'Università della Santa Croce -  Roma) ; il terzo tema: la dimensione comunicativa della giornata mondiale della gioventù, con l'intervento del Direttore esecutivo della G.M.G, Yago de la Cierva; infine una tavola rotonda sul tema Le agenzie di informazioni ecclesiali.

 

Riportiamo di seguito la traduzione del commento fatto all'intervento di Don Franco Lever sul sito Religiodigital.com , Il commento nell'originale in spagnolo segue quello dedicato a Mons. Fisichella.

 

Un saggio salesiano

Prima dell'arrivo di Rino Fisichella, il cui aereo è atterrato con due ore di ritardo, ha parlato il professore salesiano Franco Lever, decano dalla Facoltà di comunicazione sociale dall'Università Pontificia Salesiana di Roma. Una relazione moderna, breve, con la proiezione di filmati, attraenti e piena di novità. Un vero piacere.

Ha iniziato segnalando senza giri di parole che "la comunicazione appartiene al nucleo del nostro essere cristiani". Proseguendo ha indicato nell'arrivo del computer il momento in cui è avvenuto un "salto qualitativo" paragonabile alla nascita dalla scrittura. Perché, il computer ha provocato la convergenza dei linguaggi e il sorgere di un nuovo spazio, la Rete, che è un nuovo continente, una nuova dimensione della nostra vita.

La Rete "restituisce alla gente il piacere e la possibilità di essere comunicatori", in essa si può riflettere insieme,  c'è un nuovo spazio per "la gratuità, il servizio e la collaborazione, in un momento nel quale tutto sembra correre dietro il denaro".

Questi nuovi linguaggi, secondo il professor Lever, "ci possono aiutare a scoprire un nuovo volto di Dio". Infatti, "mai prima d'ora c'è stata una capacità comunicativa come la nostra". Abbiamo a disposizione ogni tipo di informazione, di musica, di immagini e di arte. E il tutto raggiungibile con un clic. Di qui il professore è giunto alla conclusione che: "È un sacrilegio se non utilizziamo l'arte per parlare del nostro Dio".

Secondo Franco Lever, Internet "sta modificando il modo di comunicare". In questo senso, ha denunciato il fatto che la Chiesa continui a comunicare centrata sul messaggio, cercando di garantire il messaggio, e nella cultura del libro. Ma "il libro conserva il passato, mentre noi oggi o ne riviviamo i contenuti o tradiamo la gente". Ed ha ribadito: "Se ci dedichiamo a ripetere quanto è stato detto dalle generazioni precedenti, commettiamo un tradimento e ci incamminiamo verso un disastro". Come esempio concreto di questo atteggiamento ha ricordato:  "Produciamo catechismi e pensiamo che questo basti. Madre Teresa è il catechismo di oggi. Il nostro impegno è  comunicare ciò che siamo e ciò che facciamo", perché "la comunicazione è una proposta di vita". Ed ha concluso: "Gesù non ha scritto, ha costruito comunità ed è vissuto accanto alla gente".




(c) 2005-2015 Rome - UPS - All rights reserved | P.Iva 01091541001 | Powered by Joomla!®. Designed by: business hosting dot-COM domains Valid XHTML and CSS.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari ad offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più, consulta la nostra
cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.