Università Pontificia Salesiana - Roma


25mo conclusione8 dicembre 1841. Quel mattino Don Bosco incontra a Torino, nella sacrestia della chiesa di San Francesco d’Assisi, il muratorino di Asti Bartolomeo Garelli, e prende avvio l’opera salesiana. Il ragazzo raccontò ai suoi amici l’incontro con il prete simpatico che gli aveva chiesto «sai fischiare?», «che sapeva fischiare anche lui», e che gli aveva insegnato a fare bene il segno della croce spiegandogli in dialetto perché chiamiamo Dio “Padre”.

 

8 dicembre 1989. Quel giorno, come attestano alcune delle immagini che seguono, si tenne all’UPS l’Inaugurazione solenne dell’ISCOS (Istituto di Scienze della Comunicazione Sociale), che fin dall'inizio era "ad instar facultatis" (dunque con la possibilità di rilasciare il titolo di Dottorato) e che sarà elevato ufficialmente al grado di Facoltà nel 1998 non appena se ne approvò la riforma, divenendo così la Facoltà di Scienze della Comunicazione sociale dell’UPS.

 

La data che si trova nel documento di approvazione dell’ISCOS da parte della Santa Sede risale al 17 dicembre 1988, anno del centenario della morte di Don Bosco, ma il primo anno accademico della "Scuola di Comunicazione Don Bosco" (con questo nome don Egidio Viganò, allora Rettor Maggiore dei Salesiani e Gran Cancelliere dell'UPS, presentò il nascente Istituto alla Congregazione per l'Educazione Cattolica) iniziò in ottobre 1989 con 15 studenti (tra i quali l’attuale Consigliere Generale salesiano per la Comunicazione sociale, don Filiberto González Plasencia) [FOTO 1], e l’Inaugurazione solenne si tenne, appunto, quell'8 dicembre.

 

1 - Studenti del I anno ISCOS aa 1989-1990 ottobre 1989

 

La Celebrazione eucaristica solenne fu presieduta dal card. Antonio Maria Javierre Ortas, Archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa [FOTO 2]. Il Consigliere Generale salesiano per la Formazione, don Paolo Natali, fu uno dei firmatari della documentazione ufficiale, con a fianco l’allora Superiore religioso dell’UPS ed attuale vescovo emerito di Rotterdam, mons. Adrian Van Luyn, e don Roberto Giannatelli, Rettore magnifico emerito dell’UPS e primo Preside dell’ISCOS [FOTO 3].

 

2 - Messa inaugurazione ISCOS card Antonio Maria javierre Ortas 8 dicembre 1989   3 - Don Paolo Natali firma subito dopo la benedizione ISCOS

 

Durante i giorni dell’Inaugurazione dell’ISCOS fu organizzato all’UPS un importante Convegno internazionale dal titolo Mass-media e Religione [FOTO 4], che vide la partecipazione di don Egidio Viganò e dell’allora Rettore Magnifico ed attuale Segretario di Stato emerito di Sua Santità, il card. Tarcisio Bertone [FOTO 5]. L’ISCOS prende avvio grazie alla generosità e all’impegno di alcuni salesiani giovani che si preparano per la docenza e la carriera accademica in vari casi accedendo ad alcuni dei più prestigiosi centri di formazione internazionale nel campo della comunicazione.

 

4 - Primo Convegno 8-10 dicembre 1989 inizio ISCOS  5 - Don Egidio Vigano e don Bertone in occasione inizio ISCOS

 

Sotto la guida esperta di don Roberto Giannatelli (che ci ha lasciato il 12 ottobre 2012) e di don Franco Lever cominciano il loro servizio all’ISCOS don Tadeusz Lewicki, don Antonio Lobefalo, don Fabio Pasqualetti, don Britto Berchmans, don Emiro Cepeda [FOTO 6] E altri salesiani si aggiungeranno via via, come il sig. Giacomo Domínguez (che ci ha lasciato il 13 dicembre 2008), don Tone Presern (attualmente in Argentina), don Sagayaraj Devadoss (attualmente in India), don Cosimo Alvati, don Enrico Cassanelli, fino agli “ultimi” graditi “arrivi”: don Renato Butera, don Anthony Clifford Lobo e il dottorando in inserimento don Donato Lacedonio. Vanno ricordati particolarmente anche i primi docenti laici, a partire dal prof. Adriano Zanacchi e dal prof. Pier Cesare Rivoltella, ma non solo: molti di essi hanno dato un apporto fondamentale e insostituibile alla crescita della Facoltà.

 

“Storica”, il 27 febbraio 1992, fu la visita che l’ISCOS fece a Milano al cardinale Carlo Maria Martini [FOTO 7], cui seguirono molte altre iniziative e attività che accompagnarono lo scorrere dei vari anni accademici.

 

6 - Primo nucleo di salesiani per nascente FSC7 - Viaggio a Milano 27 febbraio 1992 

 

Si sono avvicendati in questi anni come Decani alla guida della Facoltà don Roberto Giannatelli (1988-1995), don Michele Pellerey (1995-1998), don Franco Lever (1998-2004), don Tadeusz Lewicki (2004-2007), don Franco Lever (2007-2012), don Mauro Mantovani (2012-). Il 2002 è l'anno di pubblicazione da parte della Facoltà (a cura di F. Lever, P.C. Rivoltella e A. Zanacchi) del Dizionario di Scienze e tecniche della Comunicazione, che fu presentato al Salone del libro di Torino, e che vedrà la sua versione digitale on-line il 21 aprile 2012. Sempre nel 2002 la Facoltà si sposta nella sua attuale sede, l'edificio che precedentemente era adibito a Biblioteca, e che fu ristrutturato appositamente per le esigenze di una moderna Facoltà di Comunicazione.

 

Nel 2003 la FSC riorganizzò anche il curricolo degli studi secondo il modello europeo tenendo anche conto della riforma dell'Università italiana che nel frattempo (dalla prima metà degli anni '90) aveva aperto dei curricoli specifici nel settore della comunicazione. Attualmente il primo triennio conduce alla Laurea (o Baccalaureato); il biennio successivo alla Laurea magistrale (o Licenza) secondo i tre indirizzi di Teoria e ricerca, Giornalismo ed Editoria, Media per la Comunità; con altri tre anni di studio si ottiene il Dottorato.

 

Numerosi sono ormai gli exallievi della FSC, sparsi in tutto il mondo, e diversi con incarichi di alta responsabilità e ruoli importanti sia a livello ecclesiale che lavorativo. Tra essi, a solo titolo esemplificativo, ricordiamo mons. Ivan Maffeis (Ufficio Nazionale Comunicazioni Sociali della CEI), mons. Dario Viganò (Centro Televisivo Vaticano), Alessandro Caspoli (Antoniano di Bologna), Liz Marek (docente universitario in Polonia), l'attuale Consigliera generale per l'Ambito della Comunicazione sociale delle FMA, sr. Maria Helena Moreira.

 

Nell’anno accademico 2011/2012 la Facoltà ha avviato l’indirizzo in Comunicazione Pastorale, e nell’anno accademico 2012/2013 ha preso il via la prima edizione del Corso universitario in Comunicazione e Mediazione Interculturale.

 

Il Rettor Maggiore emerito dei Salesiani e già Gran Cancelliere dell’UPS don Pascual Chávez Villanueva ha aperto il 9 dicembre 2013 il XXV della FSC [FOTO 8], che ha avuto come evento clou il Convegno “Ripensare la Comunicazione: le teorie, le tecniche, le didattiche” [FOTO 9], occasione per la Facoltà di accogliere dai lavori di questa importante assise e dalle riflessioni ed esperienze maturate durante questo intero anno le principali linee programmatiche verso cui dirigere le proprie energie per il futuro, a partire dall’aggiornamento e dal rilancio dei curricoli accademici e delle varie proposte formative. L’UPS nei giorni del Convegno ha conferito il Dottorato honoris causa in Scienze della Comunicazione sociale a padre Federico Lombardi, Direttore della Sala Stampa Vaticana, che nella sua lectio coram ha consegnato magistralmente un vero e proprio programma di azione in 10 messaggi per chi opera nel campo della comunicazione. L’onorificenza è stata consegnata il 14 novembre scorso dal Rettor Maggiore dei Salesiani e Gran Cancelliere dell’UPS, don Ángel Fernández Artime, e dal Rettore Magnifico dell’UPS, don Carlo Nanni [FOTO 10].

 

8 - Inizio del XXV FSC il 9 dicembre 2013 9 - Convegno Ripensare Comunicazione 10 - Dottorato honoris causa a padre Federico Lombardi

 

 

 

 

 

 

8 dicembre 2014. In questa festa dell'Immacolata, la festa in cui iniziano tutti i progetti importanti dei salesiani, ricordiamo l'inizio dell'opera di Don Bosco all'interno delle celebrazioni del Bicentenario della sua nascita. E concludendo oggi il suo “primo” XXV, la FSC intende proseguire con rinnovato slancio il suo qualificato servizio alla Chiesa e alla società. Alla Facoltà, nata per “accogliere e formare nuovi ‘Bartolomei Garelli’ con la voglia di ‘fischiare’”, il Rettor Maggiore ha inviato un apposito messaggio assicurando la sua vicinanza e il suo incoraggiamento in questa data così speciale. Ecco il testo:

 

«Stimati amici e amiche: a tutti voi che formate parte della comunità educativa della Facoltà di Scienze della Comunicazione sociale nella nostra Università Pontificia Salesiana, faccio giungere un affettuoso saluto, in questo momento nel quale si conclude la celebrazione dei 25 anni di questa nostra Facoltà. Il motivo di questo saluto è di ringraziare tutti e ciascuno, nelle proprie rispettive responsabilità e gradi di partecipazione, che hanno reso possibile la celebrazione commemorativa di questo XXV. Allo stesso tempo, e credo con molta sintonia con la nostra tradizione salesiana, ringraziamo il Signore che nella sua Bontà rende possibili tutte le cose, e nello stesso tempo ringraziamo per il lavoro di tante persone, salesiani e laici, che a loro volta hanno reso possibile, fino al giorno di oggi, la realtà nella quale viviamo. Nella ricorrenza di questo Bicentenario della nascita di Don Bosco, non vogliamo né possiamo permetterci solamente di celebrare gli eventi e le date di anniversario (com'è questa dei 25 anni della Facoltà), ma la celebrazione deve lanciarci e proiettarci a camminare in avanti. Il vissuto, l'esperienza acquisita in questi anni, la consolidazione dei programmi, le pianificazioni, e le 'ricerche', devono essere garanzia per crescere nelle motivazioni e nell'eccellenza dell'impegno, in modo da poter offrire il meglio alle generazioni che bussano alla porta. Possiate continuare ad andare avanti, credendo vivamente al buon servizio che si fa ai giovani di oggi, e all'impatto che questo avrà nel domani. Con i miei migliori auguri vi saluto cordialmente».

 

I salesiani della FSC e i loro principali collaboratori hanno scritto e firmato nell’occasione un breve testo che vuole essere anzitutto un’espressione di vivo ringraziamento a tutti coloro che sono stati e continuano ad essere parte viva di questa storia, cominciando dai docenti, dagli studenti, gli exallievi, gli amici e i benefattori.

 

Happy birthday, FSC,e ad multos annos!

 




(c) 2005-2015 Rome - UPS - All rights reserved | P.Iva 01091541001 | Powered by Joomla!®. Designed by: business hosting dot-COM domains Valid XHTML and CSS.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari ad offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più, consulta la nostra
cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.