Università Pontificia Salesiana - Roma


Laurea apollinaris2016(Roma, 20 aprile 2016) - Lo scorso sabato 16 aprile si è svolta presso la nostra Università la consegna della Laurea Apollinaris Poetica 2016, riconoscimento letterario al miglior poeta vivente giunta alla sua XLIV edizione, assegnato al poeta e scrittore Davide Rondoni (Università di Bologna).

Sono stati anche premiati i vincitori delle tre sezioni del Certamen Apollinare Poeticum. Per la Sezione I (Raccolta poetica edita) Patrizia Stefanelli, per Rosanero; per la Sezione II (Poesia inedita a tema: “Le radici”) Carla Zancanaro, per Divelte le radici…; per la Sezione III (Poesia inedita di giovani) Antonella Beatrice, con Come una fenice. Hanno ricevuto una menzione speciale per le tre sezioni rispettivamente: Giovanni Granatelli, per la raccolta Musica Questuante; Paolo Bonacci per la poesia Mi chiedi…; e Tommaso Ghezzani per la poesia Variazione sul tema della prima ecloga virgiliana. La Giuria ha inoltre segnalato i poeti Vincenzo Licata, Tommaso Mondelli e Armando Romano, “per aver dato viva prova della possibilità di tenere salda la poesia come compagna di viaggio quotidiana di un’intera esistenza”.

Il Certamen è stato aperto dal saluto del Rettore Magnifico, prof. Mauro Mantovani, che ha spiegato il valore di tale manifestazione nella Università Salesiana che quest’anno ha raggiunto le trecento richieste di partecipazione; ha ringraziato i presenti e in particolare S. Ecc. il Dr. Daniele Mancini, ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede accompagnato dalla sua gentile consorte, la signora Anna Rita De Luca. Don Mantovani ha inoltre ricordato la felice concomitanza del viaggio del Papa all’isola di Lesbo, terra della poetessa Saffo, per motivi di natura completamente diversa ma di forte impatto umanitario.

Al Rettore ha fatto seguito l’intervento esplicativo del prof. Orazio Bologna, docente emerito della FLCC e Presidente della Giuria della Laurea Apollinaris Poetica, che ha ricordato come la poetessa Serena Siniscalco ha riunito fondando un circolo di intellettuali da cui è stata istituita la Laurea Apollinaris. Il prof. Bologna ha inoltre sottolineato l’importante compito sociale della poesia nella nostra epoca e di come quest’arte sia sempre vicina all’umanità, soprattutto in momenti difficili e drammatici. Il presidente ha infine richiamato l’attenzione sulla nascita della poesia, recuperando  la testimonianza di Orazio che nel IV libro delle Odi attribuiva a Pindaro la paternità dei primi versi endecasillabi.

Terzo intervento è stato il breve saluto di benvenuto del prof. Renato Butera, docente di Giornalismo e Cinema presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione sociale, il quale a nome del decano, il prof. Peter Gonsalves, assente per impegni pregressi, dei colleghi e degli studenti tutti, ha espresso l’importanza di ospitare e promuovere una simile manifestazione in una Facoltà dove la poesia è una forma sublime di arte in grado di mettere in relazione la comunicazione come l’espressione dell’anima, una “magia” che riesce a produrre la stessa poesia in altre forme di arte come la musica, il cinema, il teatro.

Altri due interventi introduttivi alla premiazione sono stati quello della prof. Cristiana Freni, docente della Facoltà di Filosofia e membro della Giuria della Laurea Apollinaris, che ha sottolineato il valore antropologico della poesia e dello spirito che, ricordando Heidegger, riesce a rendere più umano il vissuto della persona. E quello della Dott.ssa Neria De Giovanni, Presidente dell’Associazione Internazionale dei Critici Letterari, che ha motivato il riconoscimento a Davide Rondoni e ha anche ricordato che nonostante non vengano promosse politiche culturali che coinvolgano la poesia, questa continua a essere ancora vivace e giovane, se non altro dalla risposta della quantità di persone e di giovani che hanno inviato le loro composizioni al Certamen.

Prima di dare spazio all’assegnazione dei riconoscimenti, è intervenuto l’attore e doppiatore Paolo Tertulliano Lombardi che ha raccontato la sua interessantissima esperienza attraverso il filo rosso del “leggere e interpretare”, cioè della lettura drammatizzata capace di rendere viva la parola, di darle forma e significato. Anche l’Ambasciatore, di cui sono state lette tre sue composizioni poetiche, ha preso la parola ricordando il valore della poesia nella sua vita.

A premiare il “neolaureato” Apollinaris e i vincitori delle sezioni del Certamen sono stati il Presidente della Giuria e l’ambasciatore Dr. Mancini. Mentre il Dott. Giuseppe Motta ha letto le motivazioni della scelta dei vincitori delle sezioni del Certamen. Le poesie sono state interpretate da Paolo T. Lombardi, e da Giorgia Visani e Luca Sannino, studenti dell’Accademia di Arte Drammatica “Silvio D'Amico” di Roma, e dall’attrice di teatro Carmen Barbieri.

 




(c) 2005-2015 Rome - UPS - All rights reserved | P.Iva 01091541001 | Powered by Joomla!®. Designed by: business hosting dot-COM domains Valid XHTML and CSS.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari ad offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze.
Per saperne di più, consulta la nostra
cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.